ASCOLTARTI..

è vero, adoro ascoltarti, adoro la tua voce e come parli, come gesticoli, il linguaggio del tuo corpo e dei tuoi occhi.

Io non sono un chiaccherone sebbene mi piaccia raccontare e di cose da raccontare ne ho tante, ma devo essere spronato per farlo e trovarmi nella situazione adatta (a me ) per farlo.

Te invece vai a ruota libera, parli e racconti, forse non te ne rendi neanche conto ma quando attacchi non ti ferma più nessuno, è il tuo carattere con tutti i suoi pregi e i suoi difetti..

il timbro della tua voce è unico e inconfondibile e così è l’attrazione che esercita su di me, unito poi al gesticolare e al tuo sguardo, rende il tutto un’attrazione fatale.

Annunci

UN VOLANTE..

tre pedali (alle volte due) e l’asta delle marce ( ma anche no).

e’ tutta qua, la concezione dell’automobile oggi.

Non esistono più le frecce (d’estate è più bello tenere il braccio penzoloni dal finestrino piuttosto che utilizzare la manina per azionarle) d’inverno la manina è occupata dalla smartphone.

Non esistono più gli specchietti retrovisori ne quelli laterali (quelli poi ma chi li ha messi) e se per caso “suoni” a qualcuno lo vedi sobbalzare come a dire “ma chi c’è oltre a me in strada” e guardare perso nel retrovisore.

Non esistono più ( o almeno esistono.. ma solo di bellezza) i posacenere, la sigaretta la si butta dal finestrino, perchè poi la macchina puzza, si forse la macchina così puzza meno (forse) ma quello che puzza comunque sei te fumatore e incivile.

Esiste (WOW) il bluetooth ma nessuno lo sa usare, si spendono 1000,00 € per un telefono ma funzioni semplici e basilari rimangono sconosciute, come la telefonata (traffico voce intendo) è più divertente telefonare tramite whatsup (tranne poi accorgersi di avere consumato i dati – linea dati ) e rimanere stupiti!!

Esistono ancora le cinture ma sino a quando non si sa.

Aumentano gli incidenti, dovuti sopratutto a disattenzione, noncuranza delle regole stradali, alta velocità e muoiono migliaia di persone ogni anno, come una guerra.

DEDICATA..

Once I thought I saw you
In a crowded hazy bar
Dancing on the light
From star to star
Far across the moonbeam
I know that’s who you are
I saw your brown eyes
Turning once to fire
You are like a hurricane
There’s calm in your eye
And I’m gettin’ blown away
To somewhere safer
Where the feeling stays
I want to love you
But I get so blown away
I am just a dreamer
But you are just a dream
You could have been
Anyone to me
Before that moment
You touched my lips
That perfect feeling
When time just slips
Away between us
On our foggy trip
You are like a hurricane
There’s calm in your eye
And I’m gettin’ blown away
To somewhere safer
Where the feeling stays
I want to love you
But I get so blown away
Once I thought I saw you
In a crowded hazy bar
Dancing on the light
From star to star
Far across the moonbeam
I know that’s who you are
I saw your brown eyes
Turning once to fire
You are like a hurricane
here’s calm in your eye…
BY neil Young

AUGURI PAPA’…

…no, non ho un papà a cui fare gli auguri, il mio è scappato quando avevo 12 anni mollandomi per un’altra moglie e per altri figli, e sebbene sia passato tanto tempo e ci siamo riavvicinati, non ho motivo per fargli alcun tipo di augurio.

Li faccio invece a me stesso, per non fare come lui, per non eseguire il suo esempio, per non averlo seguito mai e avere sempre cercato il giusto in quello che ho fatto, nonostante tanti sbagli e errori.

Mi auguro di essere sempre anche in futuro un buon papà, di insegnare ai miei figli il rispetto per ciò che ci circonda e per gli altri esseri viventi a due o a quattro zampe, spero di insegnargli qualcosa di buono e che il mio insegnamento gli rimanga e lo possano tramandare alle successive generazioni, sono io il papà.

IL PRIMO BACIO..

7072_big

 

 

Ho si che me lo ricordo, indelebile nel mio hard disk incorporato, ho invece più difficoltà a ricordare il primo rapporto completo, ricordo il nome e la ragazza ma non i dettagli..strano, qualche files del periodo si è perso.

Ma il primo bacio si , quello vero con la lingua in profondità e mille sensazioni che ti salgono ovunque.

La mia prima ragazza, non ricordo l’età precisa ma non avevo l’auto quindi ero minorenne, abitavo a Monza e lei in Brianza a Montesiro di Besana Brianza.

La Brianza all’epoca era una meraviglia, largamente disabitata, splendide colline verdi ai piedi delle prealpi Lecchesi, da alcuni punti si godeva della vista sino a Milano, nelle giornate limpide si poteva vedere la sagoma del Duomo, poche strade e poche auto, Brianzoli cazzuti e poco propensi alle nuove conoscenze.

Lei era una ragazza carina, conosciuta ad una festa da un amico, andammo a vedere “Kramer contro Kramer” film melenso e strappa lacrime, lei pianse dall’inizio alla fine sulla mia spalla e tra le mie braccia, all’uscita mentre aspettava il pullman che la riportasse a casa, essendo piccoletta sali su un gradino e attaccò  le sue labbra alle mie e fu quello il primo bacio, il mio primo bacio, una mega limonata struscia lingue!!

Bei ricordi, anche divertenti se penso a tutto quello che ho fatto da allora ad oggi, ma comunque ricordi di vita vissuta e goduta.

Grazie a  EhipennyIlmondodelleparole

che con il suo articolo #il mio primo bacio mi ha dato l’occasione di riportare a memoria quel momento.

 

MA..E LO SPREAD??

che fine ha fatto lo #SPREAD, il temuto e famigerato #SPREAD? per curiosità siccome non ne sento parlare da un pò, almeno con poca enfasi, mi sono posto la domanda e ho recuperato un grafico ad oggi.

Exported.Chart

Sino a Maggio 2018 quando il governo Renzi tirava a campare senza rompere i coglioni all’Europa era a livelli “infimi” e tutti in Europa erano contenti perchè i problemi erano solo dell’Italia, poi le elezioni Italiane e la nomina ( si avete capito bene ) di un governo eletto dal popolo, il primo dopo la destituzione dell’ultimo governo Berlusconi nel 2011, destituzione voluta e organizzata proprio grazie alla manipolazione dei mercati e dello #SPREAD, ovviamente è mia opinione e ognuno e libero di pensarla come vuole.

Dopo Berlusconi (che già era una disgrazia) tante altre (disgrazie) primo fra tutti un certo Monti che con la sua accozzaglia ne combinò di tutti ci colori sino ad arrivare a Renzi che partito bene e con buoni propositi si è poi adeguato a ciò che l’Europa gli chiedeva, ossia non rompere la minchia e stai a cuccia.

Ma torniamo allo #SPREAD, è un pò che nessuno ne agita più la bandiera, a mio parere si sono accorti che al governo attuale non gliene frega niente ( a torto o a ragione) e quindi preferiscono cercare altri contesti a cui aggrapparsi, il caso Diciotti oppure la tav oppure..boh non mi viene in mente niente al momento, forse qualcuno può aiutarmi? Ha si! Parigi e le sue cagate (non avessero problemi interni ci avrebbero già dichiarato guerra), mio Dio Parigi ha richiamato l’ambasciatore, e adesso???? che faremo??? oH mio Dio oh mio Dio ….e via così, non ci ho dormito per non so quante notti mon Dieu!!

Ma lo spread? beh lui (è maschio?) se ne sta li, oscilla attorno i 300 punti percentuali e guarda dall’alto i BTP Bund (ma perchè proprio quelli), prima o poi qualcuno se ne ricorderà e profetizzerà sciagure e disastri per tutti gli Italiani (il periodo giusto sarà con l’approssimersi delle elezioni Europee) , saremo tutti poveri e coglioni, non potremo avere la banda larga ne il nuovo huawei mate p20 pro a rate di 5 € per i prossimi 17 anni (che importa se costa 1000,00 €) e invocheremo a gran voce il ritorno del PD alla guida del paese.

Ma lui, lo #SPREAD sarà sempre pronto a saltare fuori e a ricordarci la nostra situazione di sfigati, ma a noi che ce ne frega??