I TROMBAMICI

questa parola ogni tanto viene fuori e mi sono chiesto se veramente questa categoria esiste; inanzitutto chi sono i trombamici, generalmente due persone ( non di più altrimenti si parla di orgie) non ha importanza il sesso possono essere dello stesso sesso o di sesso diverso, che senza ALCUN legame affettivo ogni tanto scopano, fanno sesso o appunto TROMBANO per il puro gusto di farlo, di togliersi una voglia, di divertirsi o rilassarsi, ma come detto SENZA ALCUN sentimento di amore, innamoramento o altro se non quello della VOGLIA e dell’attrazione fisica provata da entrambi

Se le due persone in questione in persone hanno già un rapporto affettivo con un’altra persona bisogna prestare attenzione a non confondere il/la TROMBAMICO/A con l’amante.

Generalmente chi ha l’amante ha un SECONDO rapporto affettivo a tempo (più o meno) pieno con un’altra persona e divide quindi i suoi sentimenti tra due persone con tutto ciò che ne consegue, generalmente nulla di buono, quindi attenzione non sto parlando di avere un/una amante.

Ora che abbiamo definito (secondo me ) cos’è un TROMBAMICO/A la domanda è, può esistere?

la risposta secondo me è: PUÒ SUCCEDERE certo, MA non può durare.

Perché? perché non è nel nostro animo, non siamo fatti così, finiamo con l’innamorarci con il perdere il gusto del divertimento con il perdere l’esatta consapevolezza di ciò che stiamo facendo e il perché e purtroppo le cronache sono piene di situazioni finite male, di donne uccise da amanti occasionali o da rapporti nati dal sesso e fuoriusciti da quella sfera.

Ciò non toglie che se vi capita un’amicizia così provatela! perchè no? ma state attenti e soprattutto attente.

MARTE…

Non voglio fare quello che ha sempre da dire su tutto anche se questa può essere l’impressione, ma una domanda mi frulla in testa, ma cosa sperano di trovare su Marte? Voi direte “forme di vita”, va beh poi magari sarò smentito (ma non credo) ma hanno già appurato che su Marte NON C’È NIENTE, e allora?

Eppure dopo la Luna tutte le attenzioni si sono sempre indirizzate a Marte, certo nell’immaginario collettivo i Marziani hanno rappresentato per decenni un mito, poi sfatato. Tutti i precedenti tentativi di esplorazione del pianeta sono falliti dopo poco con il solo risultato di lasciare detriti e rottami anche li!! oltre a tutte le schifezze che ci girano sulla testa e ogni tanto (ma non ce lo dicono) ricadono da qualche parte.

E allora a qual pro andare ancora su Marte? ma soprattutto spendere miliardi per farlo.

Non sarebbe stato più interessante e utile spendere quei miliardi per una base abitata sulla Luna per meglio esplorare le profondità del cosmo? Oramai è appurato che nel nostro sistema solare non ci sono pianeti abitabili ne abitati, questo non esclude che ve ne siano al di fuori, anzi è sicuro /(perché pensare di essere l’unica forma di vita?)

Eppure ci ostiniamo a mandare costosissimi “robottini” con una aspettativa di vita limitatissima ad esplorare un pianeta di rocce anche solo per potere dire che forse miliardi di anni fa esisteva una forma di vita che poi si è estinta, sicuramente molto interessante, ma utilità? pari a zero.

IL TEMPO PASSA…

il tempo passa inesorabilmente, noi non ce ne accorgiamo o semplicemente non ci pensiamo ci guardiamo allo specchio svogliatamente e senza prestare particolare attenzione, forse senza volerlo il nostro cervello non analizza l’immagine e pensiamo di essere sempre uguali, ma non è così.

Ero arrivato ad Ottobre veramente in forma, stavo preparando una distanza da mezza maratona e lo stavo facendo bene, poi è arrivato un mese di stop per il #Covid, a Dicembre ho ripreso ma con tanta fatica, complice un inverno degno di tal nome, freddo nebbia pioggia, a Gennaio è arrivata anche la neve e il gelo (cosa si vuole di più da un inverno nel nord Italia?)

A Dicembre ho corso 90km, a Gennaio 100 km contro i 150km corsi ad Ottobre, ora che siamo al 19 Febbraio sono a quota 52km, decisamente pochi.

Quindi il post #Covid e l’inverno mi hanno messo davanti alla realtà, la realtà dell’invecchiamento e del calo delle prestazioni fisiche, soprattutto in ripresa da uno stop prolungato, mi rendo conto di fare più fatica rispetto all’autunno scorso, mi rendo conto che il tempo passa.

A ottobre compirò, secondo il calendario terrestre, il 60mo giro; dico secondo il calendario terrestre perché in natura non esistono calendari, sono una invenzione dell’uomo ma di questo parlerò quando sarà il momento, sto veramente pensando di cambiare lo stile di vita.

Non intendo appendere le scarpe al chiodo (per carità) ma cambiare gli obiettivi e adattarli ad un fisico cambiato e invecchiato.

Intanto mi sono fatto un regalo…

I COMPLIMENTI…

Pochi hanno idea dell’importanza di ricevere un complimento, un’attenzione o un gesto di simpatia o di amore, eppure basta poco ed è fondamentale per l’amicizia, per l’amore e deve essere reciproco

se amate veramente la persona che vi sta vicino, non lesinate complimenti e attenzioni, non date per scontato che tutto sia dovuto, dimostratele il vostro amore e la vostra passione, sarà un toccasana per il vostro rapporto.

SCENARIO…

Lo scenario? tranquillizzatevi o meglio rassegnatevi, lo scenario è già stato delineato ed è tra i peggiori che ci possano essere.

I cinema non riapriranno più, i contenuti “da cinema” saranno fruibili solo sulle piattaforme televisive via internet, Sky Q, Amazon prime, Diney channel e tutta la galassia di piattaforme che guarda caso sta nascendo o si sta potenziando in vista del nuovo scenario, dovrai avere l’abbonamento e acquistare il contenuto, non sarà più necessario uscire di casa o aggregarsi, l’aggregazione è contro i principi del nuovo ordine.

Le palestre non riapriranno più, ci si allenerà da casa, guarda caso si moltiplicano i siti o i canali #Youtube con istruttori rimasti disoccupati o presunti istruttori anch’essi disoccupati che ti spiegano minuziosamente quali esercizi fare, comodamente da casa tua in pigiama o se preferisci in perfetta tenuta ginnica, per rassodare, potenziare, sciogliere, dimagrire o fare massa, non sarà più necessario uscire di casa o aggregarsi, l’aggregazione è contro i principi del nuovo ordine.

I centri commerciali non riapriranno più, che siano grandi MALL all’Americana o i classici centri commerciali all’europea non ha importanza, quelli che ancora non sono falliti e già “sprangati” lo saranno a breve, la chiusura del week end diventerà obbligatoria prima a giorni alterni e poi definitiva, gli acquisti si faranno solo “on line” che sia Amazon o il Nike store non ha importanza, la riconversione è già iniziata, i paesi poveri saranno ancora più sfruttati per sfamare la fame “on line” dei paesi ricchi ma chiusi in casa, non sarà più necessario uscire di casa o aggregarsi, l’aggregazione è contro i principi del nuovo ordine.

La scuola non è indispensabile farla in presenza, certo l’apprendimento ne risente ma meno cultura c’è in giro meno persone si ribelleranno al nuovo ordine di vita, sarà obbligatoria la mascherina anche “on line” solo gli occhi saranno scoperti, non è necessario che i ragazzi di qualsiasi età si conoscano o si scambino occhiate perplesse ne tantomeno si frequentino, quindi impediranno anche che si riconoscano all’esterno in quei rari casi di uscita da casa, non sarà più necessario uscire di casa o aggregarsi, l’aggregazione è contro i principi del nuovo ordine.

I grandi eventi sportivi non ci saranno più, le partite di calcio, i meeting di atletica leggera, le olimpiadi, le maratone qualsiasi altro competizione sportiva sarà fruibile sono “on line” tramite abbonamento alle piattaforme specializzate (es: DAZN), il pubblico assiepato su spalti o lungo le strade non sarà più ammesso, troppo rischioso l’incontro di centinaia/migliaia persone, si deve preservare il tranquillo operato delle strutture sanitarie che sotto stress sarebbero incontrollabili, non sarà più necessario uscire di casa o aggregarsi, l’aggregazione è contro i principi del nuovo ordine.

I ristoranti chiuderanno o si riconvertiranno all’asporto, chi non ne sarà capace non ha scampo, chi non vuole o non sa cucinare si adatterà a comprare “on line” e farsi consegnare il cibo pronto o confezionato direttamente a casa, si farà la spesa solo “on line” e i pagamenti saranno tutti elettronici, non a caso il #BITCOIN sta’ aumentando di valore a dismisura, tutti dovranno convertire i propri risparmi in #BITCOIN sotto il vigile occhio della ADE (Agenzia Delle Entrate), il contante non sarà più necessario e non sarà più necessario recarsi a “fare bancomat” né tantomeno in un ufficio bancario, ogni transazione sarà monitorata e tracciata dal sistema, non sarà più necessario uscire di casa o aggregarsi, l’aggregazione è contro i principi del nuovo ordine.

Ultimo, ma non ultimo, l’utilizzo dei social, #FB nato anni fa con lo scopo di mettere in comunicazione, fare conoscere e unire le persone sarà solo un contenitore (lo è già) di notizie filtrate da una severa censura, non saranno ammesse idee contrarie al nuovo ordine di vita, gli algoritmi sempre più perfetti della censura puniranno inesorabilmente chiunque “posti” qualsiasi cosa considerata “contro”, #Youtube sarà un contenitore solo di homework, #tiktok servirà a rincoglionire le nuove generazioni (già lo fa) e fargli dimenticare la socialità.

Si potrebbe andare avanti ma mi sono divertito e sbizzarrito abbastanza, lascio a voi alla vostra fantasia e alla vostra capacità di ragionamento, senza pregiudizi politici o religiosi ma a mente aperta dare un senso a tutto ciò, contestare ciò che ho appena immaginato, dimostrare a voi stessi che non è così, pensare veramente che le cazzate tipo ” andrà tutto bene o distanti oggi per riabbracciarci domani” che andavano di moda nel 2020 erano veramente cazzate, il 2021 sarà il banco di prova di tutto questo che se andrà come è stato impostato nel 2020 nel 2022 avrà il suo grane epilogo.

Ma io sono ottimista, sono convinto che nel 2022 forse nel 2023 sicuramente nel 2024 sarà tutto superato, questa terribile “pandemia” sarà inserita nei libri di storia e i sopravvissuti potranno raccontarla alle generazioni che verranno, il CTS guidato dagli attuali organi, governerà il paese e saremo tutti felici in casa nostra.

IL MIO COVID

Ho impiegato molto a decidere come raccontare l’esperienza del #covid-19, ero indeciso se raccontare la cronologia di un mese di inutile quarantena ma sarebbe stata troppo lunga oppure cercare sopratutto di raccontare le sensazioni e l’esperienza con la struttura sanitaria Lombarda, alla fine ho scelto questa strada per non annoiare troppo.

Ho avuto il #COVID-19 in Novembre, sono rimasto a casa in quarantena dal 9/11 al 08/12.

Ho una vaga idea di come posso averlo preso ma non ne ho la certezza, indosso correttamente la mascherina (SENZA FANATISMO) e mantengo corrette distanze dagli altri (come ho SEMPRE fatto) quando occorre, vivo comunque la mia giornata senza terrore o inutili isterismi, ,lo facevo prima e lo faccio tutt’ora.

Naturalmente poi ho contagiato la famiglia, tranne mio figlio 14enne che è rimasto negativo a riprova che quella fascia di età è la meno esposta al contagio.

Effetti del virus, da lunedì 7/11 a giovedi10/11 febbre va e vieni a 38° e ovviamente stato fisico conseguente, unica vera (dicono) prova di avere il #covid la perdita dell’olfatto, per il resto normali sintomi influenzali, la mia compagna 2 giorni di febbre più di me, perdita dell’olfatto e sintomi influenzali (stanchezza e dolori ossei) mia figlia 23nne solo perdita dell’olfatto! vale quanto detto per mio figlio.

Diciamo che la settimana successiva, quindi dal 16/11 io ero già tranquillo senza più febbre.

Dimenticavo, ovviamente ho fatto il mitico tampone, esattamente il 17/11 (10gg dopo avere i primi sintomi, su appuntamento, prima non era possibile!)

Non vi racconto la disorganizzazione della nostra ATS e lo stato di abbandono del cittadino costretto in casa per un mese, magari altri hanno avuto esperienze migliori.

Vorrei sottolineare anche un altra cosa, nessuno di noi soffre di patologie varie, nessuno fuma e beve, non siamo sovrappeso ne obesi e abbiamo un buon regime alimentare, e nel mio caso svolgo un intensa attività sportiva, voi vi chiederete cosa c’entra? centra centra, pensateci bene.

in conclusione la mia esperienza con il terrore del secolo termina in data 8/12 quando dopo un mese di quarantena di cui oltre la metà senza sintomi alcuno, finalmente esco di casa e torno al lavoro.

Particolarità del #COVID-19 la facilità di contagio e per determinate categorie di persone sintomi pesanti, i soggetti più fragili come gli over 80 o chi soffre di pesanti patologie sono più a rischio e come per qualsiasi stato influenzale possono subire le caratteristiche di questo virus influenzale, perché alla fine di questo si tratta.

Milioni di persone sono state a contatto (anche stretto e prolungato)con persone malate e non sono state contagiate ( mia mamma 85enne ne è un esempio oppure mio figlio)

Centinai di migliaia di persone in Italia lo hanno avuto come me e sono guarite chi prima chi dopo, io stesso ne conosco parecchie, il #COVID-19 è la forma influenzale del 2019/2020 e le varianti che stanno uscendo sono le sue varianti del 2020/2021, il prossimo autunno ci saranno le nuove varianti 2021/2022 che si formeranno già questa estate e così via, come ogni anno con l’influenza (che guarda caso quest’anno è sparita…)

Ben venga il vaccino, quando sarà il mio turno lo farò, soprattutto perché così nessuno mi romperà i coglioni con inutili limitazioni e per lo stesso motivo invito tutti a farlo, alla fine i vaccini che stanno producendo con lauti guadagni le case farmaceutiche altro non sono che uno sviluppo del vaccino anti influenzale, per questo motivo ci hanno messo poco a produrlo, perché la base già esisteva.

Consiglio? evitate FANATISMI o ISTERISMI vi rovinano solo la vita, adottate quando necessarie le giuste prevenzioni, continuate la vostra vita tranquillamente senza paure (ingiustificate) se accusate i sintomi prima di rivolgervi al medico o intasare gli ospedali curatevi a casa con la tachipirina e le solite medicine anti influenzali, chiamate il medico solo per motivi seri, gli ospedali sono intasati da gente che potrebbe tranquillamente starsene a casa e curarsi, evitate di fare il tampone solo per passatempo (conosco tanta gente che lo ha fatto senza motivo) alimentate numeri sparati ad cazzum e false notizie, ascoltate di meno i fenomeni del momento che vanno in televisione o sui social SENZA CONTRADDITORIO con il solo scopo di generare e mantenere lo stato del terrore, ascoltate più di una campana e usate di più la testa per ragionare.

Buona giornata a tutti.

TECNOLOGIA

ho sempre detto ai miei figli che la tecnologia, loro che sono giovani e sono nati “nella tecnologia”, devono conoscerla e dominarla, non deve essere un utilizzo “passivo” ma attivo, ossia inutile spendere 800€ per uno smartphone e poi usare solo whatsApp e magari anche male, i device di oggi ci danno delle possibilità che solo 15 anni fa erano impensabili, negli ultimi 15anni ( più o meno dall’uscita del primo Iphone) lo sviluppo non si è mai fermato, ha rallentato solo per i Computer e i tablet, ma gli smartphone per quanto si faccia non potranno mai sostituire l’utilizzo del computer e di conseguenza anche la vendita dei pc è risalita ( e così pure i prezzi)

Ieri sera mia figlia che sta preparando la seconda laurea per Dicembre mi ha chiesto disperata di sistemargli il laptop, strumento indispensabile, perché dopo l’ultimo aggiornamento di win10 20H2 il touchpad è misteriosamente sparito, come se proprio non ci fosse ne fisicamente ne come software, e per quanto lei ci abbia provato non è riuscita a capire e ovviare al problema.

Inizialmente ero preoccupato di dovere rifare la macchina, ho pensato che l’aggiornamento avesse fatto qualche danno, poi però ho trovato la strada giusta e tra un riavvio e l’altro sono riuscito a ripristinare sia il touchpad che il suo funzionamento.

La cosa mi ha dato grande soddisfazione.

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, alcuni anni fa per scongiurare una crisi coniugale all’ultimo stadio ho dovuto a malincuore “dimenticarmi” di questa passione (additata dalla controparte come una dei motivi di separazione) e metterla in un angolo.

Io sono invecchiato, i figli sono cresciuti e la crisi è rientrata, la mia passione solo sopita ogni tanto si rifà viva e nei pochi ritagli di tempo mi ci dedico ancora.

Un giorno un tecnico informatico mi disse, impara l’arte e mettila da parte perché poi saranno gli altri ad avere bisogno di te, non aveva tutti i torti.

WEEK END

allora, lo racconto perché vale la pena..

venerdì sera la figlia esce col fidanzato e il figlio si rintana in camera a farsi i fatti suoi, ok ci guardiamo un film? detto fatto, ho visto su #youtube i trailer di “FAT MAN” con Mel Gibson e mi è sembrato carino, è su Sky on demand e quindi perché no?

Beh il film non ve lo spoilero però abbastanza stupido e senza senso ma per come come sono fatto io non ne faccio una tragedia, non mi è piaciuto ok non potevo saperlo prima, non è morto nessuno…apriti cielo ecco guarda cosa mi fa vedere, sempre i film che piacciono a te, mai quelli che piacciono a me (non è vero) che boiata, come si fa a guardare un film così…e via dicendo

ieri mattina esco a correre verso le 9 (già tardi per me ma l’impressione è che faccia meno freddo) quando torno muso lungo, si era già lamentata con nostra figlia del film visto contro la sua volontà..ve beh ha disfatto il letto per il cambio delle lenzuola, ma nonostante io conoscendola le chieda sempre di prepararmi le lenzuola nuove che vuole lei, non lo fa mai così le scelgo io e faccio il letto; passa mezz’ora e arriva..no ma te dimmi come si fa a usare quelle lenzuola, ma non vedi che colori, non si abbinano con il piumone ma come si fa etc etc etc , mia figlia 23enne mi difende dicendo che non le sembra così fuori abbinamento (grazie amore mio) ma lei contrattacca.

Sta facendo la pasta a amano per i ravioli con la zucca e mi chiede di prendere la macchina per tirare la pasta, cosa che faccio ma ahimè un particolare è fuori dalla scatola, ecco ora come faccio? non posso lavorare! !perché non è nella scatola? ora come faccio? niente paura recupero subito il particolare che era sullo scaffale ma non nella sua scatola e la piena si interrompe…

Ok preparo la tavola per il pranzo ma siccome la maggior parte delle posate è in lavastoviglie in attesa di essere lavate, metto un coltello e una forchetta “spaiati”…apriti cielo! ma come ? è domenica (c’è la suocera a pranzo) ma non vedi che i piatti così non vanno bene? e le posate? ma cosa centrano queste con quelle, ma come si fa a preparare una tavola così di domenica? etc etc etc

Dopo pranzo va all’orto per i suoi lavori, quando torna si accorge che nostro figlio (14enne) è uscito, ma come è già uscito? perché non me lo hai detto? e la scuola? (non sta andando male, considerato la DAD) cosa ha da fare? a che ora torna? meno male siamo arrivati a sera….

#IOAPRO1501

Ho letto il post di un conoscente stamane su FB il quale sparava a zero sull’hastag #ioapro1501 con le solite argomentazioni, quelle che riempiono la bocca di tutti quelli convinti che dovremmo chiudere tutto e barricarci in casa oppure andare in giro indossando le tute protettive e le maschere da sub.

Il lockdown non è servito, non serve e non servirà, i numeri lo hanno dimostrato, chiudere tutto è stato un errore pazzesco, un disastro “economico” e sociale oltre ogni immaginazione, chiudere le scuole superiori e le università una pazzia della quale pagheranno le conseguenze i nostri figli e la loro cultura.

Certo sarebbe bello stare a casa a non fare niente ed essere pagati per farlo, ma la realtà non è così, generalmente chi parla è chi non ha problemi economici, chi viene pagato anche per fare finta di lavorare da casa ( il “remote working”), i dipendenti pubblici, i dipendenti della sanità, chi lavora per la chimica farmaceutica o il suo indotto, insomma quelle Aziende che hanno aumentato il business grazie al virus.

Ma tutti gli altri?

Le strutture turistiche non aprono in Gennaio e non credo apriranno dopo, i più stupidi se la cavano dicendo ” ma cosa cazzo vai a sciare a fare?” i più stupidi appunto, ma il discorso non è “andare a sciare” il discorso riguarda le centinaia o migliaia di famiglie che gestiscono dal bar all’hotel a 4 stelle e che a loro volta hanno alle loro dipendenze centinaia di migliaia di persone, dal lavapiatti al maître di sala, tutte queste persone (fate i conti) sono senza lavoro, senza soldi per mangiare oramai da mesi, tutti da bravi a casa con la mascherina disperati e a loro nessuno si interessa.

Vogliamo poi parlare delle palestre, delle piscine, delle strutture sportive in genere chiuse da ottobre dopo avere investito soldi in attrezzature per sanificare e per la sicurezza? vogliamo parlare di quanti giovani istruttori sono a casa senza uno stipendio? quanti ragazzi che si arrangiavano magari fuori casa o neo diplomati/laureati in scienze motorie o discipline varie ora senza lavoro e con un futuro incerto? E tutti i gestori delle palestre stesse che campavano solo con quello? a loro nessuno pensa.

Certo è più facile dire ” guarda quanti morti”, ma i morti ci sono sempre stati, ogni anno per complicazioni dovute all’influenza stagionale, migliaia di morti ogni anno ma prima non facevano notizia ora si. I contagi aumentano, certo se continuano a fare i tamponi ai morti e a chiunque abbia mal di testa i contagi non diminuiranno mai, l’influenza è sparita grazie alle mascherine..ma il COVID no, come mai? non è che oramai non fanno più distinzione e nei conteggi mettono tutto insieme? a pensare male spesso ci si azzecca.

quindi #IOAPRO1501 assolutamente si, e spero che siano in tanti e tutti quelli che saranno multati mi auguro impugnino le multe e a migliaia intasino i tribunali di ricorsi, visto che la nostra magistratura non ha niente di meglio da fare al momento.